Vacanze a Malta

Guida alle principali attrazioni di un’isola per tutte le stagioni

Appena atterrati a Malta sembra di aver fatto un viaggio nel tempo e di essere stati catapultati da una navicella spazio-temporale ad almeno cento anni fa. Si avverte subito la sensazione di essere stati preceduti da secoli di storia, in cui diverse popolazioni ed etnie hanno combattuto, interagito, costruito, fino ad arrivare ai giorni nostri. Nel cuore delle dolci acque del Mediterraneo, a sud della bella Sicilia e a Nord della calda Tunisia, Malta ha la fortuna di godere di un clima mite ed è quindi una meta attraente in ogni periodo dell’anno. 

La nostra prima volta a Malta non sapevamo bene cosa aspettarci. Questo perché Malta è un ibrido di culture, folklore, lingue e storia. E ce ne siamo accorti subito sentendo la parlata maltese, un mix tra dialetto siciliano, arabo e parole inglesi e italiane. Buffo e affascinante al tempo stesso, soprattutto quando per ringraziarci abbiamo sentito usare la parola: “Grazzi” corrispondente appunto al nostro “grazie”. 

Vivi, nelle costruzioni così come nella cultura e nella cucina, sono ancora i segni della dominazione araba, che si protrasse per circa 3 secoli, così come le tracce della “vicina di casa” Sicilia, presenti negli scorci delle città e nelle rilassate atmosfere che si respirano sull’isola, atmosfere ferme nel tempo tipiche appunto dei paesini siculi.

I nostri occhi sono rimasti subito abbagliati dai colori maltesi. Quello che abbiamo trovato è un luogo ideale per gli amanti della natura allo stato selvaggio, delle escursioni e degli sport all’aria aperta, delle spiagge, della storia e dell’arte: un panorama completo che ci ha lasciato col ricordo di un’esperienza a 360 gradi. Grazie a tutti questi fattori Malta è stata anche nominata la quarta migliore destinazione in Europa secondo il prestigioso European Best Destinations.

Come avrete capito Malta racchiude in sé un microcosmo e tante sono le attrazioni che offre ai suoi visitatori. Abbiamo selezionato quelle che secondo noi riusciranno meglio a farvi entrare nello spirito dell’isola, respirandone a pieni polmoni i secoli di storia e cultura celati tra le sue mura e la sua architettura.

La Valletta: La Valletta, capitale dell’isola di Malta, ci è apparsa subito come una città estremamente vivace, nelle cui stradine strette e brulicanti di vita si trovano botteghe artigiane, suggestivi baretti, palazzi e chiese barocche dal valore storico inestimabile. La città fu fondata nel 1566 dal maestro Jean Parisot de La Valette dei Cavalieri di San Giovanni, che verranno poi chiamati Cavalieri di Malta, e che avevano il compito di contrastare l’avanzata ottomana. 

Quello che colpisce di una città come La Valletta è il fatto di trovare a ogni angolo un prezioso dettaglio, laddove non ci si aspettava. Camminare per le sue vie è sempre una piccola scoperta: statuette votive, stemmi araldici, giardini con vedute da capogiro; per questo è sempre bene tenere pronta la macchina fotografica. Grazie al suo incommensurabile patrimonio non stupisce che La Valletta sia stata nominata anche capitale europea della cultura del 2018. La città è inoltre un palcoscenico di eventi durante tutto il corso dell’anno: dalle feste patronali ai festival musicali; oltre a ciò sono tanti in città i luoghi dove poter prendere un aperitivo o passare una serata tra amici. Vi sfidiamo ad annoiarvi. Noi non ci siamo riusciti.

A La Valletta vi consigliamo di visitare la Concattedrale di San Giovanni. Se siete appassionati d’arte la chiesa vi stupirà con i suoi preziosismi barocchi, oltre ai dipinti di Caravaggio e Mattia Preti. Se invece dell’arte vi importa poco, ma vi affascina la storia dei cavalieri di Malta una visita sarà comunque interessante a livello culturale perché la cattedrale ospita le cappelle con le salme dei grandi maestri dell’Ordine, che fecero dell’isola la più grande roccaforte del Mediterraneo dei suoi tempi.

I templi di Mnajdra e Hagar Qim: A Malta le tracce del passato e delle diverse epoche sono visibili ovunque. E’ addirittura possibile calarsi a 3200 anni fa, all’epoca della costruzione di questi due templi megalitici, che si trovano a poca distanza tra loro, nella costa Sud dell’isola e che sono stati dichiarati patrimonio dell’Unesco. Sugli scopi per cui furono costruiti questi templi ci sono ancora diversi misteri ma resta il fatto che sono una traccia unica del passato e soprattutto si trovano in una posizione molto panoramica dalla quale si possono apprezzare sia il Mediterraneo sia la grande pianura maltese. Per arrivare in loco da La Valletta è possibile utilizzare il trasporto pubblico, 

Gozo e Comino: Non potrete dire di essere stati a Malta senza aver visitato anche quelle che sono conosciute come le “isole sorelle” della più grande Malta, e che per questo includiamo tra le principali attrazioni di un soggiorno maltese. Molto più piccole e selvagge della “sorella maggiore”ma luogo privilegiato per chi ama vivere a contatto con la natura, senza bisogno di troppe comodità, in maniera autentica e spartana. Armatevi di scarpe comode e protezione solare se la temperatura è alta e partite alla scoperta; se vi piacciono le escursioni a piedi godrete dei tesori di questa terra selvaggia, coi suoi colori e le sue scogliere a strapiombo sul mare. Se invece preferite vedere l’isola da un altro punto di vista potete godervi Gozo dal mare con un giro in motoscafo, o perché no, un tour dell’isola in jeep. Le possibilità sono tante, la scelta sta a voi e al vostro livello di sportività. Non siete affatto sportivi? Nessun problema, per voi c’è Ramla Bay, bellissima spiaggia sulla costa orientale dove rilassarvi e fare dei lunghi bagni.

La più piccola Comino, di soli 3,5km quadrati, è davvero un luogo paradisiaco ed isolato, rimasto intatto come era secoli fa. E quando si dice che vi si trovano “4 gatti” c’è da crederci, perché gli abitanti censiti sono davvero solamente 4. L’isola, circondata da acque cristalline, è una riserva faunistica e un luogo privilegiato per gli appassionati di birdwatching. Se volete provare l’ebbrezza di dormire su un’isola semi-deserta in stile Robinson Crusoe, sulla scelta dell’hotel non ci dovrebbero essere liti con i vostri partner/amici: è disponibile infatti un solo hotel sull’isola!

Blu Lagoon: Nel nostro giro in motoscafo tra Gozo e Comino, siamo arrivati in questa vera e propria laguna blu, uno stretto canale dal mare così azzurro da fare un baffo alle Maldive. Se non fosse stato per la parlata maltese  di qualche locale avremmo creduto di essere nell’Oceano Indiano. Oltre al mare turchese la sabbia è bianca e sottile e questo offre un’ottima vista dei fondali. In molti infatti si dedicano allo snorkeling. Consigliamo comunque di evitare i weekend o i periodi troppo turistici perché la bellezza di questo eden rischia di essere intaccata dalla ressa dei visitatori.

La cucina di Malta: Anche la cucina di Malta, così come la sua lingua e la sua storia, è stata profondamente contaminata dalle influenze esterne e dalle dominazioni dell’isola. Come non riconoscere per esempio l’evidente influenza siciliana nella kapunata (versione maltese della caponata siciliana) oppure nei kannoli (dolci fatti di ricotta, cioccolato e frutta candita)?! La cucina di Malta è davvero appetitosa e varia. Noi siamo diventati dei grandi fan dei pastizzi, ovvero involtini di pasta sfoglia ripieni di ricotta e purea di piselli, il vero e proprio street food maltese, da mangiare in ogni luogo e ad ogni ora, un po’ come per noi i tranci di pizza. Tra le zuppe vi consigliamo di assaggiare l’aljotta, se siete amanti del pesce, oppure il kusku, a base di fagioli freschi. Per accompagnare un buon aperitivo i maltesi usano invece le gbejnet, palline di formaggio dal nome impronunciabile ma davvero golose. Dite la verità, vi è venuta ancora più voglia di partire?

Mdina: La barocca Mdina, antica capitale di Malta, è nota come la città del silenzio. E quest’appellativo non è esagerato dato che in alcuni punti viene davvero richiesto di evitare rumori e parlare a bassa voce e solo a pochi è permesso l’accesso in auto. Misteriosa e solitaria, non è raro in certe ore del giorno, ascoltare solamente il frinire delle cicale e sentirsi davvero in un’oasi di pace. In città si può assistere alla lavorazione del vetro, nelle diverse botteghe dedicate a quest’attività. Consigliamo di camminare tra le strade di Mdina e perdervi tra i suoi vicoli, le sue case e i suoi colori, poi fermarvi a godere di un tramonto romantico e spettacolare in quest’atmosfera dal silenzio senza tempo. 

Spiagge e scogliere: Dato che si avvicina il caldo e abbiamo tutti sempre più voglia di relax, distesi sulla sabbia calda ad ascoltare senza pensieri il ritmico infrangersi delle onde, Malta è anche un’isola che può vantare la presenza di una serie di spiagge bandiera blu per la limpidezza delle loro acque e circondata da una natura viva e sfavillante. Se avete più giorni a disposizione potete visitarne una al giorno, in caso contrario non perdetevi, Mellieha Bay, spiaggia di sabbia dai fondali bassi, meta preferita da famiglie e persone in cerca di relax. Si tratta della più grande spiaggia di Malta e Il suo valore aggiunto è la riserva naturale di Ghadira che sorge proprio alle sue spalle. Se stare in ammollo nell’acqua invece non fa per voi sappiate che Mellieha è anche un luogo adatto per il windsurf grazie alla sua favorevole esposizione.

Se vi è venuta voglia di partire per Malta visitate questa pagina per scoprire le nostre proposte di viaggio: http://www.turisalfa.it/index.php/viaggi/incantevole-malta

top